Endodonzia

L’endodonzia è la parte dell’odontoiatria che si occupa della diagnosi e prevenzione, di patologie che possono causare danni all’osso, al o ai denti interessati, e del trattamento delle malattie e lesioni della polpa dentale. Il trattamento endodontico è anche noto come cura canalare o devitalizzazione.

Consiste nella rimozione della polpa dentale e dei residui batterici dall’interno del canale radicolare, alla disinfezione e allargamento dello stesso e successivo riempimento con materiale inerte, in modo da evitare la proliferazione dei batteri al suo interno

Il dente è costituito da due parti: la corona (quella che si vede in bocca) e la radice (quella inserita nelle gengive e nell’osso).
Le strutture costituenti il dente sono tre: lo smalto (che riveste solo la corona), la dentina (che costituisce la gran parte del dente) ed un sottile strato di cemento radicolare (presente solo sulla radice).
Dentro al dente è presente il nervo o polpa dentale che dà vitalità e sensibilità al dente.

Generalmente i denti incisivi, canini, ed alcuni premolari hanno una radice e un nervo, alcuni premolari due radici e due nervi, i molari hanno due o tre radici ma possono avere tre o quattro nervi.